Valutazione rischio incendio: cambia rispetto al passato?

Pubblicato il 06 Giugno 2022

Valutazione rischio incendio: cambia rispetto al passato?

Valutazione rischio incendio: cambia rispetto al passato? 

Il nuovo DM 3 Settembre 2021 sulla valutazione rischio incendio modifica in modo sostanziale quanto era definito dal DM 10 Marzo 1998: vi spieghiamo perché.

Il nuovo decreto antincendio è uno strumento per valutare il rischio di incendio nei luoghi di lavoro, impiegando gli elementi minimi forniti all’allegato 1 punto 3, ed inoltre, per le attività individuate come a "basso rischio", all’allegato 1 punto 4 sono fornite le strategie antincendio da adottare nella progettazione, realizzazione ed esercizio dei luoghi di lavoro.

Le strategie antincendio proposte si basano sul Codice di Prevenzione Incendi (DM 3 Agosto 2015) e vi sono diversi riferimenti che rimandano allo stesso, infatti il DM 3 Settembre 2021 è stato definito “minicodice”.

Valutazione rischio incendio - cambia rispetto al passato? 

Valutazione rischio incendio: La nuova classificazione del rischio incendio

La prima vera modifica che si nota nel minicodice è proprio la classificazione di rischio incendio dei luoghi di lavoro: non esistono più le classificazioni in rischio basso, rischio mediorischio alto.

Ma vengono definiti solamente, all''allegato 1 punto 1, i luoghi di lavoro a rischio basso come:

"… quelli ubicati in attività non soggette e non dotate di specifica regola tecnica verticale, aventi tutti i seguenti requisiti aggiuntivi:

  1. con affollamento complessivo ≤ 100 occupanti;
  2. con superficie lorda complessiva ≤ 1000 m2;
  3. con piani situati a quota compresa tra -5 m e 24 m;
  4. ove non si detengono o trattano materiali combustibili in quantità significative;
  5. ove non si detengono o trattano sostanze o miscele pericolose in quantità significative;
  6. ove non si effettuano lavorazioni pericolose ai fini dell’incendio."

Portando un esempio pratico: un’attività di ufficio o attività commerciale insediata presso uno stabile soggetto alla prevenzione incendi, quando in passato poteva essere classificata come a rischio basso, ora non potrà più essere classificata come tale in quanto non rispetta i criteri citati.

Oltre a modificare il livello di rischio del luogo di lavoro, inoltre, sarà modificato anche il livello di formazione antincendio delle squadre addette alla lotta incendio presenti presso l’attività.

La nuova classificazione del rischio incendio

Riferimenti Normativi

- DM 3 Settembre 2021.

- Testo Coordinato DM 10 Marzo 1998 (pubblicato sul sito del Ministero dell’Interno e dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile).

- DM 3 Agosto 2015.

 

Per quanto riguarda le modifiche riguardanti le strategie antincendio portate con l’emanazione del nuovo decreto, saranno trattate in seguito nel nostro blog.

Per ora vi lasciamo il link al nostro corso "Nuovi Decreti Antincendio Settembre 2021" dove vengono approfondite, insieme ad un docente professionista della materia, le nuove regole introdotte attraverso i nuovi decreti antincendio di Settembre 2021.

Il corso si svolge in modalità FAD (Videoconferenza Sincrona) quindi se avete dubbi su queste nuove leggi non perdete l'occasione di sottoporre le vostre domande al docente.

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore

Iscriviti alla Newsletter!

Segui da vicino le novità di Lisa Servizi, rimani aggiornato su eventi e servizi. Promettiamo di inviarti solo contenuti che troverai sicuramente interessanti.

Nome*
Email*